Queste cose mi lasciano senza parole.

Ma possibile che non ce ne sia uno che torna a casa felice?

Uno che non senta il bisogno di inzuppare il biscotto altrove?