Un minuto di silenzio per commemorare la dipartita dell’Alitala.

Quella che nasce oggi è tutt’altra cosa e non starò a spendere fiumi di parole per descrivere ciò che è evidente a chiunque abbia voglia di vedere con i propri occhi ed ascoltare con le proprie orecchie.

La cosa più divertente è che quasi un anno dopo si sta andando a concludere una vicenda in maniera molto simile a quella inizialmente proposta (vendita ad Air France), con effetti sul personale e sul patrimonio italiano assai più devastanti di quanto previsto un anno fa.

L’unico che può festeggiare davvero è Air France, prende una società ripulita ad un terzo del prezzo che era disposta a versare per la vecchia Alitalia stracotta e carica di debiti…

Complimenti.