Quanto è triste a volte avere ragione.

Dicevo ieri che nessun politico avrebbe dato una risposta fattiva al problema degli insegnanti di sostegno insufficienti evidenziato dalla lettera di Ivana Leone.

Ecco puntuale la lettera del Ministro.

Il contenuto informativo di questa lettera è vicino allo zero. Vi traduco quel poco che dice:

Signora non si preoccupi a lei ci pensiamo noi. D’altra parte è tutto a posto, la legge è buona e noi siamo i migliori non c’era bisogno di agitarsi. E poi non possiamo certo fare tutto noi no? A presto grazie.

Così Ivana avrà qualche ora in più per il suo Luca, grazie all’effetto dei riflettori accesi in questi giorni, ma per tante altre famiglie continuerà il disagio e la lotta di tutti i giorni.

Che vi dicevo? Chiacchiere e distintivo…