L’autore di questo libro è prima di tutto un giornalista, e il risultato si vede…

Un libro gradevole e divertente che racconta l’avventura di chi si avvia a fare il grande salto verso il lavoro in proprio.

In questo caso il nostro eroe apre una pizzeria a taglio, mica un ristorante.

Eppure la burocrazia italiana riesce a trasformare un’impresa relativamente semplice nella più rocambolesca (e divertente se non siete voi i protagonisti) delle avventure.

Nelle classifiche mondiali d’altra parte l’Italia è molto in basso per quanto riguarda la facilità con cui si avvia un’impresa…

Questo libro viene a ricordarcelo in maniera leggera e divertente, ma il problema è quanto mai reale.

E pensare che il sogno della mia vita era aprire un chiosco di porchetta…..