masthead-about.jpgGià in passato avevo tentato, senza troppa convinzione, di installare Linux su uno dei miei computer, ma con scarsa soddisfazione.

E’ vero che sono uno smanettone e che i computer li ho visti nascere, ma sono anche pigro ed amo le comodità, perciò dopo aver sbattuto il muso con le asperità di Linux (dare dodici comandi esoterici in shell per allocare un disco è una cosa da masochisti), finivo sempre per disinstallarlo.

Questa volta l’ho presa larga.

I computer di mia moglie si incasinano più rapidamente di quanto io possa sistemarli, windows è un colabrodo e se una persona normale si diverte a navigare per la rete in meno di niente vi ritrovate un intero zoo di simpatici animaletti sul disco.

Così ho deciso di dare un’altra chance a Linux, nella sua forma più di moda, ed ho installato Ubuntu sul suo PC. Ho lasciato per ora la partizione Windows, per ora non sembra ci siano problemi, in fondo per lei non cambia molto, ha gli stessi programmi di prima ed anzi la macchina va più veloce.

Ho installato Ubuntu anche su una partizione del mio PC, e sto provando a sistemare le cose in modo che i due PC condividano alcune risorse (e qui per ora ho qualche problemino linuxesco).

Sul portatile di Lory ho avuto per ora qualche problema, è vecchiotto e anche se il cd live di Ubuntu parte regolarmente, il pc se lo mastica per ore senza arrivare mai alla finestra di installazione…. dovrò provare in qualche altro modo.

Vorrei arrivare ad avere tutte le macchine sotto Linux, lasciando una partizione Windows solo per i giochi che altrimenti non potrei usare (anzi IL gioco, WoW) .

Insomma, mi sto ubuntizzando e per ora sembra che le cose vadano benone.

Pacchiabuntu in arrivo!