Leggendo questo articolo devo ammettere che mi son venuti i lucciconi agli occhi.

L’Amiga è stato il mio secondo computer, dopo il fantastico ZX-Spectrum, ma lo porterò sempre nel cuore.

Non era solo un ottimo computer dal punto di vista hardware, ma aveva un sistema operativo di tutto rispetto, decenni avanti rispetto a quanto sfornava in quegli anni la coppia IBM-Microsoft.

Ci ho lasciato un pezzo di cuore e penso ancora che il vecchio Amiga sia una macchina migliore di un PC odierno, quanto meno per usabilità e robustezza.

E se ci penso bene, magari sarà la nostalgia, ma sono sicuro che quel computer spinto da un processore a circa 8 Mhz (si Mhz , non gigaherz) fosse molto più veloce di quanto sembra il potentissimo PC multiprocessore che sto usando ora…