Faccio capolino all’Esecranda

Photo by Andressa Voltolini on Unsplash

Non sono tantissimi i “premi” cui vale la pena partecipare, ma fra i tanti credo che l’Esecranda e l’ESESCIFI siano due di quelli che hanno senso. Almeno per come vedo il mondo io. La community che circonda e accoglie questi premi è infatti una di quelle belle vivaci e dunque la partecipazione numerosa e di qualità. In questi casi vale la pena spenderci un po’ di energie, senza naturamente farsi troppe illusioni.

Per la prima volta ho inviato un racconto al premio Esecranda, e anche se non l’ho vinto, né sono entrato nell’antologia “vera”, quella cartacea, il mio racconto sarà tra quelli pubblicati nella più ampia versione digitale.

Ecco, tutto qui, volevo vantarmene un po’, perché sono davvero contento di essere riuscito a produrre qualcosa di decente e apprezzabile inoltrandomi, non troppo in profondità a dire il vero, in un territorio dove non mi trovo del tutto a mio agio, quello del weird/horror. Comunque sia, “Porco, porcello” sarà nell’antologia digitale Esecranda 2017.

Ora vediamo se posso mandare qualcosa all’ESESCIFI.

By | 2017-11-24T16:49:06+00:00 novembre 24th, 2017|Blog, Eventi, Social|0 Comments

Leave A Comment

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi