Cosa bolle in pentola (Novembre 2015)

Un mese particolare per me questo Novembre, dove ho letto abbastanza, scritto poco o niente e molto lavorato intorno alla lettura, ma di questo leggerete sotto. Nonostante la produttività nulla sul fronte scrittura sono soddisfatto, quasi contento. Non si è trattato infatti di un fermo dovuto alla mancanza di ispirazione, ma dovuto alle attività che ho portato avanti, sempre legate alla scrittura e ai libri. Un paio in particolare hanno richiesto, e richiederanno nei prossimi mesi, molto impegno. 


Sad Dog Project

Di questo progetto probabilmente saprete già tutto. In caso contrario vi invito a leggere gli articoli del blog dedicato. In questa fase tutti quanti i partecipanti hanno dovuto lavorare parecchio per raggiungere risultati di buona qualità in tempi brevi. Si spera che andando avanti molte attività tenderanno a divenire quasi automatiche e meno impegnative. Vedremo come andrà, per il momento mi sto molto divertendo e credo che i risultati siano davvero buoni. Presto un articolo dedicato.



Albano Insieme e Gruppo di Lettura

La seconda attività che mi ha preso molto in questo periodo comprende in realtà due diverse ramificazioni della stessa. Il Comune dove abito da tempo organizza una manifestazione (Albano Insieme) che coinvolge scuole e associazioni del territorio portando avanti percorsi formativi particolari. Quest’anno, con l’associazione Uguali Diversamente di cui faccio parte, abbiamo aderito organizzando una serie di incontri sulla “Lettura per divertimento” e l’introduzione ad autori del fantastico che rappresentano bene questo approccio.
Per Albano Insieme dunque sono alle prese con una bella scolaresca di terza media alla quale “propino” questa mia visione divertente della lettura, introduco autori come Terry Pratchett, Gaiman e altri, cercando di fornire loro strumenti per potersi orientare nelle scelte personali sulle letture da fare.

Da gennaio inizierò anche un gruppo di lettura con le Biblioteche del territorio con intenti molto simili, ma aperto a tutti i ragazzi (e non) che volessero partecipare.
È la prima volta che organizzo queste attività e l’impegno di preparazione è piuttosto consistente, ma al tempo stesso sono certo di poterne ricavare un grosso piacere personale.
Che vi devo dire, se anche guadagnassi un lettore, sarebbe un successo.

Racconti Rifiutati (anche no)

Per quanto riguarda i racconti mandati a Cultora, è passato quello nella versione dedicata agli autori capitolini mentre l’altro non ce l’ha fatta. L’antologia raccoglierà quasi cinquanta racconti, tra cui il mio. Anche se la selezione forse non era serratissima visto l’alto numero di selezionati, resta il fatto positivo di esserci. Sarò il 13 dicembre 2015 in tarda mattinata alla nuova libreria Cultora di via Via Ferdinando Ughelli, 39 a Roma, dove potrete trovare l’antologia insieme a tanti altri libri di qualità.


Mese fermo anche sui racconti, ma sapete già perché.

Acqua su marte” sarà pubblicato all’interno della raccolta 2015 dei racconti Sad Dog Project come bonus track. Si tratta di una forma particolare di pubblicazione che faremo nei prossimi giorni, un libro solo cartaceo che conterrà i quattro racconti lunghi già pubblicati nella collana e altri quattro racconti brevi come bonus. Un libro disponibile solo in occasioni particolari e per un periodo limitato, da acchiappare al volo.

Letture

Ecco le letture di Novembre:

Il paradiso degli orchi – Daniel Pennac (Impressioni di lettura)
L’esilarante mistero del papà scomparso – Neil Gaiman (Impressioni di lettura)
44 microstorie di fantascienza – AAVV (da recensire)
Io e Kamo – Daniel Pennac (da recensire)
Livido – Francesco Verso (Impressioni di lettura)
L’occhio del lupo – Daniel Pennac (da recensire)
Hania: Il regno delle tigri bianche – Silvana De Mari (da recensire)

Anche su questo fronte c’è traccia dell’attività per la preparazione del gruppo di lettura e del lavoro sulla scolaresca, percepibile dal tipo di libri letti. In pratica sto leggendo tra le altre cose anche alcuni libri “per ragazzi”, ammesso che esista questa classe di libri, che mi sembrano interessanti da introdurre. Potete vedere infatti ben tre libri di Pennac, uno di Gaiman e uno di Silvana De Mari. Anche la raccolta di racconti brevi di fantascienza rientra in questo perimetro. L’unica lettura che esce dal contesto di questa attività è quella di Livido, un bellissimo romanzo di fantascienza di Francesco Verso, che consiglio a tutti gli appassionati del genere.

Ci sentiamo tra un mese, o forse prima, per raccontare qualcosa sulle esperienze in corso.

via Blogger http://ift.tt/1NONfO8

By | 2016-10-19T09:38:01+00:00 dicembre 10th, 2015|Blog, Pagine Sporche|0 Comments

Leave A Comment

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi