Testamento: nota 1

Nella malaugurata quanto improbabile ipotese che, dopo la mia morte, un’accozzaglia di pazzi decida di beatificarmi, e successivamente santificarmi, io, in pieno possesso delle mie facoltà mentali, lascio queste mie volontà:

  • il mio corpo deve essere sepolto in maniera normale, possibilmente in terra e non in un loculo, in una cassa che non duri troppo, per un tempo il più breve possibile, in maniera tale che si possa liberamente trasformare in mondezza e polvere, come da regola, per poi finire nell’ossario comune, indistinto dagli altri;
  • in alternativa sia incenerito e le ceneri sparse e disperse;
  • in nessun caso sia consentito che la mia salma sia riesumata e fatta oggetto di venerazione o culto o comunque visitata da stuoli di fedeli in cerca di miracoli ed intercessioni;
  • il giorno seguente l’eventuale beatificazione e la santificazione successiva sia pubblicato nello spazio dedicato ai necrologi dei maggiori quotidiani il seguente annuncio: Mario Pacchiarotti, fatto beato (santo) CONTRO LA SUA VOLONTA’, non preghiere ma opere di bene…

E se scopro che barate, vi vengo a tirare i piedi…

By | 2016-07-07T11:31:02+00:00 gennaio 7th, 2008|Blog, Personale|0 Comments

Leave A Comment

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi