Linux in tasca: System Rescue CD 0.4 (pendrive)

Non vi parlerò di tutte le tristi occasioni in cui avere per le mani questa distribuzione linux potrebbe rivelarsi molto molto utile, immagino che ne avrete letto in ogni dove.

Quello che brevemente voglio descrivere è invece come installare questa distro su di una pendrive, ottimo modo per averla sempre a portata di mano.

La prima cosa da fare è ovviamente procurarsi il file .iso che contiene la distro.

Il posto giusto dove procurarsela è ovviamente il sito dedicato. Al momento in cui scrivo è stata da poco rilasciata la versione 0.4 e farò riferimento a questa versione nella descrizione che seguirà. Le istruzioni inoltre sono dedicate a chi utilizza un sistema linux, in particolare Slax.

Diciamo che a questo punto vi siete procurati il file della distribuzione ( systemrescuecd-x86-0.4.0.iso ) e cominciamo a montarlo nel sistema. Immaginiamo di aver salvato il file .iso nella nostra root di sistema.

mkdir /mnt/mycd
mount /root/systemrescuecd-x86-0.4.0.iso /mnt/mycd -o loop

A questo punto /mnt/mycd visualizza esattamente la struttura del cd-rom System Rescue 0.4. Immaginiamo anche che la nostra penna USB sia localizzata in /mnt/sdb1 e sia montata su /mnt/sdb1 e cominciamo a trasferire i file necessari per utilizzare System Rescue.

cp /mnt/mycd/syslinux/syslinux.cfg /mnt/sdb1
cp /mnt/mycd/sysrcd.dat /mnt/sdb1
cp -r /mnt/mycd/isolinux/* /mnt/sdb1
cp /mnt/mycd/bootdisk/* /mnt/sdb1

A questo punto tutti i file sono al loro posto, dovrebbero occupare circa 160 megabyte, quindi basterebbe una chiavina da 256MB, ma non abbiamo ancora finito, dobbiamo rendere bootabile la nostra pendrive. Per farlo la dobbiamo smontare ed eseguire syslinux. Ricordatevi sempre che i nomi che stiamo usando sono validi in questo esempio, ma nel vostro caso potrebbero essere diversi. Se per caso non aveste già a disposizione syslinux ricordatevi di installarlo.

sync
umount /mnt/sdb1
syslinux /dev/sdb1
sync

Eliminate anche dal file syslinux.cfg tutte le stringhe “/bootdisk/”.

A questo punto non vi resta che fare un bel reboot e provare la vostra System Rescue Pendrive.

By | 2016-10-19T09:38:32+00:00 ottobre 11th, 2007|Blog, Personale|1 Comment

One Comment

  1. battiz 05/09/2008 at 15:08 - Reply

    tenete d’occhio anche la funzione backstore quando usate system rescue da una pennina usb 😉
    http://www.sysresccd.org/news/2008/06/29/creating-a-backing-store-to-keep-your-modifications-in-sysresccd/

    “…
    The modifications are saved to the backing-store every time you edit a file, when you create a new directory, or when the system writes or deletes a file for any other reason. As a consequence, it allows you to keep your configuration changes: you can add your bookmarks and extensions to Firefox, and they will still be there when you reboot SystemRescueCd, as long as the same backing-store is loaded.
    …”

Leave A Comment

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi