Cavolcarota

orange_cauliflower.jpgConfesso di essere una di quelle persone che manifestano preoccupazione per la diffusione incontrollata degli OGM, ma devo ammettere che in realtà la natura stessa continuamente, ma in maniera “naturale” produce modificazioni genetiche.

Questo cavolfiore per esempio esiste da poche decine di anni, frutto di una mutazione casuale.

Però non è la stessa cosa quando lo facciamo “a mano”. Mi preoccupa un pochino il fatto che i geni che ne sono risultati producano un effetto benefico, e che gli scienziati cerchino di utilizzarli in altre piante.

Mi domando infatti quali possano essere gli effetti collaterali di mischiare le carte in questo modo. Le variazioni naturali infatti riguardano piccole variazioni del codice genetico, mentre quelle che introduciamo artificialmente sono ben più rilevanti…

Per ora godiamoci il cavolfiore arancione…

Fonte: Eating Fabulous, Cornell University

By | 2016-10-19T09:38:54+00:00 giugno 6th, 2007|Blog, Personale|0 Comments

Leave A Comment

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi